Marco Polo è un personaggio italiano molto noto per il suo storico viaggio dalla Serenissima Repubblica di Venezia alla Cina lungo la Via della Seta, narrata nel suo manoscritto Il Milione.

Una figura complessa, un po’ esploratore, un po’ mercante e un po’ diplomatico, che ha ispirato ben due giochi, realizzati dagli italiani Luciani e Tascini, Sulle Tracce di Marco Polo e Marco Polo II: Agli Ordini del Khan: il primo copre il viaggio dall’Italia alla Cina, il secondo il ritorno a occidente.

Marco Polo II: Agli Ordini del Khan, come il primo board game, combina diversi elementi dei giochi strategici economici, come piazzamento di lavoratori, gestione delle risorse e contrattazione, aggiungendo elementi asimmetrici tra i giocatori.

In Marco Polo II: Agli Ordini del Khan da due a quattro giocatori cercano di accumulare il maggior numero di punti vittoria nell’arco di cinque turni visitando città, vendendo risorse, affiliandosi a gilde, collocando avamposti e attivando carte: le azioni effettuabili sono regolate da un meccanismo basato sui dadi, ma la fortuna incide comunque relativamente poco.

Il grado di interazione tra i giocatori è elevato, poiché la competizione per raggiungere prima certe località o per sfruttare risorse limitate è alta, mentre la grande varietà di azioni e di elementi di gioco apre a un gran numero di possibilità che rendono ogni partita unica.

La partita si svolge su un tabellone finemente decorato che richiama in modo vivido l’estetica orientale, circondato dalle quattro plance giocatore e animato numerosissimi componenti di gioco ugualmente curati.

Marco Polo II: Agli Ordini del Khan è senza dubbio un board game ricco: 1 segnalino per il primo giocatore, 7 segnalini per bonus città, 7 tessere personaggio, 10 tessere per bonus avamposto, 16 sigilli di gilda, 18 tessere offerta, 49 contratti, 68 monete di tre tagli, 14 carte obiettivo, 25 carte città, 4 carte da 50/100 punti, 18 barre d’oro, 18 fasci di seta, 19 sacchi di pepe, 26 pezzi di giada, 26 cammelli, 12 figure in quattro colori, 26 dadi in cinque colori e 44 avamposti in quattro colori.

Insomma, se Marco Polo avesse dovuto portarsi dietro tutto questo senza la benché minima organizzazione non sarebbe mai tornato in Italia! Perciò soccorriamo i novelli viaggiatori con l’Organizer per Marco Polo II: Agli Ordini del Khan!

Come tutti i nostri altri Organizer, quello per Marco Polo II: Agli Ordini del Khan lo abbiamo sviluppato per tenere ben separati tutti gli elementi di gioco, renderli facili da trovare e da settare per iniziare velocemente la partita, e impedire che vadano fuori posto se viene spostata la scatola, dove l’Organizer può perfettamente inserirsi.

4 scatoline set personaggio dividono gli elementi di base per ogni giocatore, alloggiando in spazi separati dadi, avamposti e figure, e aggiungendo una chiusura a saracinesca per l’accesso immediato.

2 portarisorse con 4 alloggiamenti ciascuno permettono di disporre separatamente pepe, cammelli, seta e oro, piccoli e grandi.

1 portacontratti accoglie tutti i contratti, separando però quelli iniziali dagli altri, mentre 1 portamonete accoglie in tre compartimenti i tre diversi tagli di denaro, e in un quarto i pezzi di giada.

Per un set up ancora più rapido, 1 scatola è dedicata ai pezzi per la preparazione del tabellone generale, separati per componente, mentre un’altra divide token offerta e gilda; infine, 1 portamazzo accoglie le carte taglio grande.

Come chicca extra, aggiungiamo la nostra versione del segnalino per il primo giocatore, finemente decorato!

Parlando di decorazioni, l’Organizer presenta incisioni che hanno una doppia funzione: rendere le superfici più belle e dettagliate, e aiutare il giocatore a collocare i componenti di gioco al posto giusto.

Now shut up, set up and serve the KHAAAAAAAAAAAN!

Scopri anche gli altri giochi del nostro catalogo e contattaci per ogni richiesta o domanda!

#boardgame #marcopolo2 #organizer #strategy #marcopolo #china

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.